Performance e Ristorazione

seo-performance-3-xxlChe voto in percentuale daresti, fra 0 e 100, alla tua media di performance lavorativa? Mi capita molto spesso di fare questa domanda alle persone che lavorano nella ristorazione. La risposta che ricevo è quasi sempre fra 80 e 90%. Alcuni addirittura, ti rispondono subito con un bel 100% e se potessero ci aggiungerebbero anche la lode.

Queste risposte non rispecchiano la realtà oggettiva della performance, ma solamente la propria percezione riguardo a come percepisci te stesso quando lavori. Tutti noi, siamo convinti di dare il nostro meglio quando lavoriamo. Qualche anno fa, hanno analizzato il livello di performance di due campioni del tennis. Fra i primi nella classifica mondiale. Federer e Roddik, campioni con alle spalle molte vittorie e molta esperienza. Analizzando i dati delle partite di entrambi, hanno trovato una percentuale di performance, che per Federer è intorno al 90%, per Roddik intorno al 85%. Mi sono subito chiesto, se Federer ha una percentuale di performance così alta, uno dei tennisti più costante, una macchina da guerra, un vincente nel suo campo, una atleta incredibile, quale sarà la mia performance? E’ chiaro che dipende da molti fattori ma la media delle performance delle persone si aggira intorno al 50% o poco più.

Fattori come la motivazione e gli stimoli interni ed esterni ci aiutano ad avere delle prestazioni alte e durature. Per fortuna, grazie ai passi in avanti delle scienze, abbiamo compreso quali sono i meccanismi che influiscono sul nostro livello di performance. Aspetti come “lo stato emozionale” e lo “stato di presenza nel qui e ora”, “il focus su gli obbiettivi”, “i valori e le credenze potenzianti” e soprattutto la “comunicazione che abbiamo con noi stessi e con gli altri”, ci consente di portare le nostre performance a dei livelli molto più alti.

Il dizionario definisce la performance come “l’esecuzione delle funzioni richieste a una persona”, ma suona come fare il minimo indispensabile per andare avanti. La performance consiste in qualcosa altro, qualcosa di più. “Andare oltre e mettersi alla prova, dandosi degli standard elevati, con consapevolezza e responsabilità, superando gli standard prefissati da se stessi e da altri e andando ancora oltre!”Questa definizione ti porta ad agire e a metterti alla prova alzando sempre i tuoi standard e puntando più in alto!

www.gestionecoaching.it

Restaurant Coach

www.samueleguidicoaching.it

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *