NON RINUNCIARE AI TUOI SOGNI, TROVA IL MODO DI RAGGIUNGERLI!

inconscioNon so se si può ancora parlare di sogni legati al lavoro, ma comunque continuiamo a farli e perciò preferisco crederci ancora. Molti si buttano, con coraggio e forza, in progetti lavorativi che rispecchiano dei sogni profondi da realizzare. C’è una tendenza nel credere che, dobbiamo essere più realisti ed adattarci al mercato che va in una certa direzione, mettendo da parte i sogni per fare dei soldi reali con dei business precisi e funzionali. In effetti il marketing da una decina di anni si muove verso la ricerca di quello che serve al consumatore per creare così un business verso quella esigenza e richiesta del mercato. Bene, sembra che funzioni ed è sicuramente un valido modo di fare business. E allora quei sogni e quei progetti imprenditoriali che ti fanno viaggiare con la mente, devono essere messi da una parte per essere più competitivi nel mercato.

Da Coach, nella ristorazione ho spesso a che fare con idee di business che non stanno funzionando e necessitano di cambiamenti, perciò ritengo giusto l’idea di cambiare e fare dei nuovi progetti più funzionali a quello che vogliamo ottenere, almeno in termini di guadagno e successo.

Certi sogni sono un motore che ci ha spinto ad iniziare verso il nostro locale, a rischiare mettendoci alla prova, con entusiasmo ed eccitazione. Ritengo che quei sogni, non vanno smontati e distrutti ma semplicemente guardati con occhi diversi. Non vanno abbandonati ma dobbiamo prendere l’essenza di quel sogno e riportarla in un progetto di business concreto. Perciò direi di, gestire quel sogno in un modo diverso.

Se il business nella ristorazione diventa, cercare quello che manca, perciò le esigenze che ci vengono richieste dalla società, allora addio a quei sogni meravigliosi che avevamo fatto.

Non devi lasciare andare quei sogni ma trovare i modi migliori per raggiungerli, stando attenti alle esigenze del mercato, ma anche alle proprie esigenze, altrimenti potresti trovarti, dopo qualche anno, ad avere un’attività di successo, ma senza fare quello che volevi davvero.

Penso che dobbiamo imparare a sognare meglio, e a comprendere i meccanismi del mercato, ma senza rinunciare alla reale spinta interiore nel fare quello che vogliamo davvero.

www.samueleguidicoaching.it

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *