L’EFFETTO A CASCATA DEI LEADER POCO MOTIVANTI

sorridiQuando entri a lavoro, e ti trovi quelle situazioni dove già dal buongiorno, capisci che sarà una giornata moscia e poco eccitante, molto probabilmente andrà proprio così!

Mi capita di trovare sempre più leader che credono che il loro stato non influisca su tutti gli altri. NON FUNZIONA COSI’! La realtà è che condizioniamo continuamente le persone con cui abbiamo a che fare e ne veniamo condizionati a nostra volta. Un manager, un direttore, un responsabile, ha l’obbligo di tenere sempre bene a mente che il suo stato condiziona tutto lo staff che deve gestire, e di conseguenza i clienti. E’ l’effetto a cascata che si riscontra in molti locali, dove basta che il leader sia sotto tono, che tutto lo staff ne viene influenzato.

Possiamo avere a che fare con la giornata più brutta della nostra vita, ma quando entriamo a lavoro, ed abbiamo la responsabilità di gestire lo staff, dobbiamo riuscire a creare quelle dinamiche motivanti per poter raggiungere gli obbiettivi prefissati. CERTE VOLTE è DURA, lo so, ma va fatto.

QUESTE SONO ALCUNI APPROCCI CHE POSSONO RENDERE OGNI GIORNATA, UNICA E PRODUTTIVA PER TUTTO LO STAFF.

INIZIA CON IL SORRISO

Appena entri a lavoro, esiste solo una cosa importante, partire con il piede giusto e far partire gli altri con il piede giusto. L’inizio è fondamentale. Una giornata che parte storta, potrebbe finire peggio. Sorridi e cerca di creare un clima divertente, le persone si sentono meglio quando sorridono e tendono ad affrontare meglio le sfide. Ricorda che il sorriso è contagioso e a livello chimico produce uno stato molto potenziante.

OGNI GIORNO E’ DIFFERENTE

Se la giornata passata è stata poco produttiva, chi se ne frega, oggi è un’altro giorno! Chiediti quali cose puoi migliorare oggi. Ogni giorno può essere produttivo, e non dipende dai clienti che entrano nel locale, ma da l’attitudine a vedere le possibilità e produrre cambiamenti. Infondere allo staff questo approccio, produce dei cambiamenti molto importanti.

UN LEADER DEVE AVERE SEMPRE UNA MARCIA IN PIU’

Migliorarsi deve diventare un’abitudine. Essere produttivi vuol dire esserlo spesso, o quasi sempre, dipende dalle responsabilità che hai. Un leader deve essere sempre in prima linea, come il capitano in una nave di pirati. Voi seguireste un capitano che se ne sta chiuso nel sotto coperta, mandando i propri marinai in contro alla morte, oppure seguireste il capitano che è il primo ad attaccare e ci mette il cuore in prima linea?

DEVI ESSERE APERTO AL CAMBIAMENTO

Spingiti oltre quello che già sai. Spaventa cambiare, si. Ma una volta che accetti il cambiamento, allora potrai essere davvero efficace. Il team è fatto di persone, e come tutti, tendiamo ad annoiarci nelle routine, anche se funzionali. Cambia qualcosa ogni giorno, anche piccola, ma ti assicuro che questo porterà grandi benefici a lungo andare. Che cosa posso fare di nuovo oggi? chiediti questo.

ASCOLTA IL TUO STAFF

Sei un leader, ma non per questo sai tutto. Le persone che lavorano per te e con  te, hanno incredibili idee che non aspettano altro di essere messe in pratica. Prenditi un po di tempo per ascoltarle, e poi valuta se possono essere utili al progetto. In ogni caso, le persone che hanno la possibilità di esprimere idee ed essere ascoltate, sono più soddisfatte e rendono naturalmente di più. Chissà quali nuove idee possono venir fuori oggi? chiediti questo.

OTTIMISMO E FIDUCIA, SEMPRE!

Condizionare gli altri vuol dire, prendersi la responsabilità di creare degli stati mentali produttivi. Infondere ottimismo e fiducia nello staff è molto efficace. L’attitudine a motivare il proprio team, passa attraverso una visione che tiene di conto della fiducia in quello che si fa, che tiene di conto dell’ottimismo per affrontare ogni situazione, anche quelle difficili. Un leader non può essere pessimista, altrimenti avrà uno staff che lavora al ribasso.

www.gestionecoaching.it

www.samueleguidicoaching.it

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *