IL VIAGGIO VERSO I SUCCESSI E’ IL VERO PIACERE. COME VIVERLO MEGLIO?

soluzioniSolo l’idea di raggiungere il successo preventivato mi fa venir voglia di mettermi subito all’opera. Quando sappiamo dove vogliamo andare e quando coinvolgiamo chi lavora con noi verso delle mete e dei successi condivisi, si crea una spinta di passione e voglia in tutte le persone coinvolte. Questo è il primo passo, essenziale è che ci sia quella condivisione che rende gli obbiettivi condivisi, altrimenti la magia non accade. Da coach, questo è il primo intervento che faccio quando mi chiamano, anche se è un processo delicato, va assolutamente fatto. Fatto questo inizia il viaggio verso i successi che ci siamo prefissati.

Come posso vivere meglio questo viaggio, ed essere gratificato e motivato? Questa è una domanda importante!

Spesso la strada che abbiamo da percorrere per raggiungere gli obbiettivi, è dura e piena di buche. Questo non è il punto, perché possiamo strutturare molto bene la mission , con il coaching siamo in grado di preventivare molte delle situazioni difficili che dovremo affrontare. Ma non basta. Il viaggio deve essere piacevole!  

Un modo efficace e funzionale per vivere il viaggio con vero piacere, è quello di creare degli obbiettivi intermedi. In realtà noi siamo molto motivati quando abbiamo obbiettivi da raggiungere, perciò perché non sfruttare questa nostra caratteristica? 

CREA OBBIETTIVI GIORNALIERI PER TE E LE PERSONE CHE LAVORANO CON TE. Ebbene si, dovete pianificare gli obbiettivi. Basta poco tempo, anche nel tragitto da casa a lavoro. Create obbiettivi da raggiungere e far raggiungere ogni giorno, semplici ma chiari. Dal vendere un determinato piatto o bottiglia di vino, da migliorare una particolarità caratteriale poco funzionale, qualsiasi obbiettivo vi viene in mente.

DATE OBBIETTIVI PERSONALI O DI GRUPPO. Dobbiamo essere specifici in questa parte. Ad ognuno il suo obbiettivo. Potete dare anche degli obbiettivi giornalieri da portare a termine a tutto il gruppo, come per esempio di mantenere un clima professionale e allegro o qualsiasi altra cosa volete. Ciò che conta che siano obbiettivi che si possono raggiungere. Potete prendervi dieci minuti per un piccolo breafing per assegnarli.

OBBIETTIVI INTERMEDI IN LINEA CON GLI OBBIETTIVI FINALI. Mi raccomando, cercate di avere una coerenza negli obbiettivi intermedi che scegliete, e cercate di trovare una linea comune con l’obbiettivo finale. E’ come quando un chef deve creare un piatto, prima controlla la ricetta anche mentalmente poi, pezzo per pezzo inizia a preparare il piatto, allora inizierà a preparare le materie prime in un determinato modo, questo step che fa è come un obbiettivo intermedio prima di raggiungere quello finale, il piatto finito.

VALUTARE SE GLI OBBIETTIVI SONO STATI RAGGIUNTI. Una valutazione onesta, senza aspettative inutili ma solo un’analisi di quello che è stato raggiunto. Se avrete dato degli obbiettivi raggiungibili e se siete stati motivanti, molto probabilmente avrete tutti successi intermedi. Se qualcosa non è andato, nessun problema, fate riprovare il giorno dopo intervenendo per migliorare il risultato.

PREMIATE I SUCCESSI DEGLI OBBIETTIVI INTERMEDI. Questa è la parte da non sottovalutare. Devo premiare i successi intermedi perché saranno questi che ci porteranno verso l’obbiettivo finale! Per alcuni basta un grazie o un bravo, ad alri una stretta di mano, ad altri un incoraggiamento, ad altri un bicchiere di vino a fine turno, guardate voi, sono il vostro staff.

Ogni persona è più motivata quando ha degli obbiettivi da raggiungere. Questo è un processo che aiuta i propri dipendenti ad essere più focalizzati sull’obbiettivo aziendale e migliora l’attitudine nel raggiungere i successi. In questo modo il viaggio potrà essere più stimolante per tutti. Sono belli i successi ma è ancora più bello godersi il viaggio verso il successo!

www.gestionecoaching.it

www.samueleguidicoaching.it

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *