Come possiamo avere uno staff motivato e performante?

inspirational-creativity-with-food-by-hong-yiChe le persone del vostro staff, sono la parte più importante di qualsiasi attività, non c’è più nessun dubbio. Ma in che modo possiamo renderle motivate?

Come dice il mio trainer e mentore Lapo Baglini: “Non esiste un tasto da premere per rendere una persona più motivata o creativa o performante!” Concordo in pieno, il concetto è più complesso!

Innanzi tutto è una questione di “sentirsi bene mentre si lavora!” In effetti, se ci pensate e vi fate venire in mente una giornata di lavoro, in cui eravate motivati e avete prodotto una buona performance, vi ricorderete che in quella giornata, ti sentivi bene, ed eri felici del lavoro che stavi svolgendo.

Questa condizione di sentirsi bene mentre si lavora, è sicuramente sviluppata da due tipi di stimoli: interni ed esterni, infatti si parla di motivazione intrinseca ed estrinseca.

Per anni abbiamo continuato ad usare un sistema di punizioni e ricompense che portava il dipendente ad essere gestito e controllato…il classico “carota e bastone”. Gli incentivi ed i premi portano la persona a produrre molto ed essere molto performante, e le punizioni e le restrizioni portavano il dipendente a doversi impegnare di più o correggere comportamenti ritenuti limitanti. Poi, negli ultimi anni è arrivata la scienza, anzi oramai sono molti anni che gli studi scientifici ci dicono che: DI FRONTE AD INCARICHI COMPLESSI, DOVE RISULTA NECESSARIO TROVARE SOLUZIONI INEDITE E CREATIVE, GLI ESSERI UMANI NON MIGLIORANO LE PROPRIE PERFORMANCE GRAZIE AD INCENTIVI O BONUS. (esperimento: problema della candela, di Karl Duncker del 1945, – Rielaborato e riproposto nei successivi 40 anni da Sam Glucksber, – Dan Ariely test MIT, – London School of Economics “Gli incentivi economici possono produrre un impatto negativo sul risultato globale, ecc..”)

Le ricompense, i premi e un buono stipendio (ritenuto equo) sono essenziali per renderti produttivo. Questo è assolutamente vero! Il punto è che, questo NON basta a renderti motivato e veramente performante!

Quando si parla di CAMBIAMENTO, non possiamo metterlo in atto se si utilizza solamente i modelli che abbiamo appreso 20 anni fa! Per questa ragione, la prima parte è quella di comprendere la RESPONSABILITA’ nel rendere le persone più motivate e creare quel tipo di COLLABORAZIONE che permette ad ogni ristorante di avere elevate performance.

Nonostante la scienza ci dice questo, si vedono manager che utilizzano ancora e solamente questo tipo di motivazione. Perché mi chiedo?? In effetti la risposta è semplice: “Le persone e perciò i manager o chi ha l’incarico di guidare (Leader), esercitano il loro ruolo utilizzando gli strumenti che hanno, in parole povere, fanno come gli è stato insegnato!”

Tutto passa da una sana e reale IN-FORMAZIONE.

Dopo molto studio, dove mi sono messo a comparare i metodi più efficaci a disposizione per rendere le persone più motivate, sono arrivato alla conclusione che esiste una motivazione intrinseca che ha molto da dare a tutte le aziende della ristorazione!

Come Coach certificato in PNL, credo in una “Cultura di Valori” che si trova alla base di ogni grande azienda di successo e sopra queste fondamenta, ogni Manager può creare un sistema “MANAGEMENT”  che tiene di conto di quello che davvero le persone hanno bisogno per sentirsi motivate.

IN OGNI RISTORANTE SI POSSONO PRODURRE ELEVATE PRESTAZIONI !

Dopo essermi certificato in “Management 3.0” e seguito lo sviluppo delle metodologie “Agili“, ho iniziato a rielaborare seguendo esperti e professionisti” un nuovo modo di gestire e guidare le persone nella ristorazione, che tiene di conto di quello che stanno facendo da qualche anno, le aziende in tutto il mondo.

Gli Strumenti e le metodologie ci sono, ciò che serve è la voglia di rimetterci ad imparare qualcosa che ci può davvero rendere performanti, motivati e soprattutto persone/lavoratori più felici.

Come vi possiamo aiutare? Noi lo facciamo attraverso dei mezzi come “Consulenza“, “Interventi” e “Formazione” ed utilizzando tutte le metodologie, gli strumenti e le tecniche che funzionano negli altri settori (industria, I.T., meccanica e in generale in tutte le aziende fuori dalla ristorazione) come “Coaching”, “Management”, “Leadership”, “Agile” e “Marketing”. Senza seguire schemi prefissati ma basandoci su come funziona il tuo locale perché ogni situazione è unica e personale.

Samuele Guidi #restaurantagility

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *