Che succede al tuo staff se passiamo dalla gerarchia al network ?

Persone uniche e troppo indipendenti fra di loro, con alle spalle almeno tre anni di lavoro insieme ma senza una piena collaborazione fra di loro.

Insomma, una cultura aziendale che si è creata da sola senza regole e senza VALORI CONDIVISI.

Per cambiare una cultura aziendale serve uno sforzo e tanto impegno da tutti quanti, specialmente da parte della proprietà che ha la responsabilità di tutto quello che succede nel loro ristorante. Ma che fare se la proprietà non è in grado di fare questo passo? E lo staff può cambiare da solo? 

Questo tipo di facilitazioni e di interventi NON sono produttivi senza la partecipazione della proprietà.

Dopo aver costatato che la proprietà non era pronta per mettersi in gioco mi sono chiesto che cosa avrei potuto fare in quella situazione.

Avevo stimolato lo staff e lavorato personalmente con ciascuno sull’aggiunta di competenze sia hard che soft, ma non era sicuramente abbastanza! Il fatto che il “Management” non decida di fare dei miglioramenti impediva ad alcuni membri dello staff di migliorarsi e di cambiare.

Se il cambiamento non poteva venire dall’alto ho deciso di farlo avvenire dal basso. Visto che la cultura aziendale non era chiara e non era basata su valori condivisi, ho deciso di cambiare l’assetto del management per vedere che effetti avrebbe avuto sullo staff.Networks

In  pratica ho cambiato la gerarchia che era presente fino a quel momento, creando un NETWORK.  In effetti quello che tutti volevano era essere indipendenti e siccome non sopportavano la leadership della proprietà, questa è la soluzione giusta per loro.

Questo cambiamento ha responsabilizzato tutto lo staff, rendendo la leadership spalmata su tutti i reparti e obbligandoli ad essere più collaborativi. Dall’altra parte restava la proprietà, che di natura tendeva a controllare e dirigere, ha dovuto fare un passo laterale ed essere parte del nuovo sistema.

La ristorazione ha bisogno di sperimentazione e flessibilità!

Questo cambiamento del sistema gli costringe a creare una cultura di valori che tenga di conto della comunicazione, del rispetto e del gruppo.

Chi sa come andrà a finire? Ciò che so è che questo era l’unico modo possibile per produrre cambiamenti in quella situazione.

Vedremo che effetti darà e se saranno in grado di creare da soli la cultura aziendale più idonea al loro modo di lavorare…vedremo!!

#agilemanagement, #management3.0, #restaurantagility

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *